#ad Beauty

La piastra Rowenta Premium Care Brush&Straight: liscio perfetto, volume naturale ed un sistema che protegge i capelli

È o non è la piastra per capelli quell’oggetto che accompagna ogni* donna dall’adolescenza in poi, per tutta la vita? La prima volta che scopri che esiste un liscio più liscio, che rende i capelli leggeri e sottili, luminosi più di quanto, con spazzola e phon, tu possa riuscire a fare.

Quando l’hai scoperto, non puoi tornare più indietro. E da quando ho usato per la prima volta una piastra saranno passati più o meno quattordici anni e sei diverse piastre, fino ad arrivare alla nuova Rowenta Premium Care Brush&Straight, in una continua ricerca della piastra ideale, che si prendesse più cura dei miei capelli, che mi non mi costringesse a scegliere fra il liscio perfetto e capelli sani.

piastra-capelli-liscio-perfetto

Ma andiamo per gradi. Perché Premium Care Brush&Straight di Rowenta?

  1. Perché  a differenza di altre piastre ha una spazzola incorporata (spazzola, non pettine, quindi non spezza i capelli, al contrario di molte altre in cui ho lasciato ciocche e punte rovinate), che spazzola i capelli accarezzandoli durante la stiratura e non necessità quindi l’utilizzo di una spazzola durante lo styling, risultato: mani più libere e meno tempo per piastrare i capelli.
  2. Non schiaccia i capelli, li rende sottili ma non piatti, mantiene il volume (sottolineo il volume, che non vuol dire che gonfia i capelli ma che non li appiattisce) e li rende lucidi grazie al rivestimento in Cheratina di Cashmere e Olio di Argan (sono sempre stata scettica nel leggere questi dettagli nelle schede tecniche dei prodotti, invece l’effetto sui capelli si nota, eccome).
  3. Piastra i capelli anche a basse temperature quindi, benché si possa impostare il calore anche sopra i 170 gradi (fino a 200°), già a questa temperatura è efficace per la stiratura, evitando la rottura dei capelli.
  4. Si riscalda in 15 secondi!

Un’altra cosa che mi è da subito piaciuta è che le due piastre interne dentro le quali scorrono i capelli non sono fisse, come tutte quelle che ho visto fino ad ora su altre piastre, ma mobili, anzi più esattamente “flottanti”, quindi pensate per adattasi allo spessore della ciocca producendo la pressione più giusta, così non serve fare due passaggi sulla stessa ciocca, risultato: capelli meno stressati dal calore. Anche il cavo che collega la piastra all’alimentazione non è fisso, quindi non si ha mai la percezione del filo che tira mentre passiamo la piastra, perché segue il nostro movimento.

Dal punto di vista tecnico queste sono le caratteristiche principali della Rowenta Premium Care Brush&Straight, da quello funzionale trovo comodissimo il sistema di bloccaggio per tenerla chiusa quando non la si utilizza, così da poterla conservare senza danneggiare le piastre interne o farla impigliare in qualunque cosa (sistema comodissimo quando si viaggia e la si mette in valigia!). Inoltre se siete sbadate, ha un sistema di auto-spegnimento dopo 1 ora di inutilizzo, quindi se doveste mai dimenticarvela accesa, lei si spegne da sola.

Ultima cosa, non meno importante delle altre, è bellissima. Bianca, con cromature rosa… chi l’ha detto che l’estetica in certe cose non conta? E siccome so che molte di voi se lo staranno chiedendo, con questa piastra sono riuscita a fare le onde ai capelli, anche se è pensata principalmente per stirarli. Presto vi racconterò di altri prodotti di questa linea che sto scoprendo.

rowenta-premium-care-brush-and-straight

*ogni: escluse le ragazze dalla chioma riccia, s’intende.


Potrebbe interessarti