Browsing Tag

viaggiare

    Focus Lifestyle Viaggi

    Revolut: carta e conto perfetti per viaggiare, convertire in altre valute e non solo

    revolut-card-italia

    Avete sentito parlare della carta Revolut, del conto Revolut e di altri conti gratuiti. Quando si viaggia in un paese straniero che non non fa parte dell’Unione Europea o che non ha aderito alla moneta comune (euro), le opzioni sono due: coventire dei contanti nella moneta locale o pagare con carta di credito.

    Aspetti negativi di entrambe le opzioni: convertire dei contanti prevede pagare una commissione e la probabilità di dover riconvertire eventuale denaro che non si è speso in viaggio, oltre al fatto di beccare il giorno in cui il tasso di cambio non è esattamente dei migliori. Utilizzare la propria carta di credito è a mio avviso già una soluzione migliore, sebbene prelevare cash in un paese fuori dall’Italia possa avere costi elevati (in base alla vostra banca) o la conversione applicata pagando con carta in un negozio può non essere vantaggiosa.

    La terza opzione che cambia il modo di spendere in viaggio

    Quando mi sono trasferita a Londra, fra i consigli ricevuti da praticamente tutti i miei amici e conoscenti che già vivono qui, c’era quello di aprire un conto Revolut. Così mi sono documentata e dopo quattro mesi che la utilizzo ve ne parlo in questo articolo dove trovo sicuramente più comodo rispondere a tutte le domande e chiarire qualsiasi dubbio, considerato il numero di DM che ricevo periodicamente su Instagram a questo proposito.

    Revolut è una banca virtuale britannica (ma attiva in tutto il mondo) che offre conti multivaluta, ragiona in digitale, per questo è una banca smart, giovane e basata sui più moderni metodi di sicurezza. Aprire un conto Revolut è gratuito e l’unico costo è di circa 5€ per la spedizione della carta al vostro indirizzo (Revolut naturalmente spedisce anche in Italia). Per il resto è completamente gratis, esistono anche dei profili a pagamento, ma hanno funzioni premium particolari, mentre il profilo di base non vi priva di nessuna operazione basilare e fondamentale di qualsiasi conto/carta.

    Vantaggi di Revolut:

    • Non ha costi.
    • Puoi convertire i tuoi soldi in 140 valute differenti.
    • Quando viaggi non devi cambiare i soldi nei vari “Change” (sportelli di cambio valuta) e sprecare denaro
    • Viene applicato il tasso di cambio interbancario quindi aggiornatissimo.
    • Non paghi commissioni quando converti i tuoi soldi.
    • Puoi prelevare gratuitamente in tutti gli ATM del mondo*.
    • Puoi inviare e ricevere denaro in/da tutto il mondo**.
    • Ha un’app ottima che tiene conto di tutte le spese e ti manda il sommario giornaliero e periodico.
    • Puoi dividere le spese con qualcuno direttamente dall’app.
    • Puoi creare delle carte virtuali gratuite quando vuoi stare più sicuro.

    viaggiare-carta-revolut

    Per questi motivi e per qualche altro che non mi sarà venuto in mente, oggi Revolut conta circa 4 milioni di utenti nel mondo. Io personalmente sono rimasta entusiasta, ho provato anche altre carte di questo tipo, ma non le trovo paragonabili a Revolut come user experience né come convenienza economica e pratica. La utilizzo per il mio business essenzialmente e quando viaggio fuori dall’Italia.

    Come usarla?

    In viaggio: la porti con te, all’interno dell’app converti tramite top up (ricarica immediata) la cifra che vuoi direttamente dal tuo conto (nessun costo) e la converti nella valuta che ti serve (ce ne sono circa 150, dubito non troverai quella che ti serve). Puoi riconvertire i tuoi soldi in qualsiasi momento, se per esempio vai in vacanza a Londra e converti 500€ in sterline e a fine vacanza ti restano 50£, in un attimo puoi riconvertirli in euro. Puoi pagare in quasliasi negozio, ristorante, mercatino, teatro, metropolitana tramite carta grazie al sistema “one touch” e se vuoi prelevare allo sportello puoi farlo in qualsiasi ATM. Fino a 200£ il prelievo è gratuito*, oltre questa cifra c’è un 2% di commissione applicato.

    Tutti i giorni: oltre che come una qualsiasi carta (quindi per fare acquisti in negozi oppure on-line), puoi utilizzarla per ricevere bonifici di lavoro o da parte di famiglia e amici comunicando il proprio IBAN. Se la giacenza media della vostra Revolut supera i 5.000€ chiedete al vostro commercialista come comportarvi nella dichiarazione dei redditi, perché a quel punto  andrebbe dichiarato come conto estero. Tramite l’app è possibile dividere il conto del ristorante con gli amici che hanno Revolut o inviare richieste di denaro, oltre a tenere sott’occhio le spese fatte e mettere da parte dei risparmi.

    Come aprire un conto Revolut?

    Per aprime un conto servono pochi minuti, la prima cosa che viene richiesta è il numero di telefono da legato al conto, successivamente di scaricare l’app Revolut e di inserire i dati anagrafici personali. forografare il proprio passaporto o la carta di identità e di scattarsi un selfie per testimoniare di essere la persona che sta effettuando la registrazione (io ero in pigiama quando l’ho scattata, immagino che bella immagine di me abbiano conservato nei loro archivi). I controllo avvengono in modo rapidissimo, in attesa di ricevere la carta fisicamente a casa si può utilizzare quella virtuale

    Questa è la mia personale esperienza con Revolut ed i motivi per cui la consiglio sia a chi vive all’estero e si trova a gestire più valute, sia a chi viaggia e vuole un metodo più pratico e conveniente per gestire i soldi in vacanza. Come aprire un conto Revolut? Scaricate l’app e seguite le indicazioni, è rapidissimo e la carta vi arriverà a casa in qualche giorno. Intanto potreste già usare quella virtuale.