#donne Focus News

Hai detto empowerment femminile? Si parla anche di controllo del proprio corpo

grafica empowerment femminile

Se ne parla tanto, tantissimo, ma che cos’è questo empowerment?
È la conquista della consapevolezza di sé e del controllo sulle proprie scelte,
decisioni e azioni per migliorare la propria vita, in particolare quello
femminile passando per i diritti, la parità e il controllo del proprio corpo. E
controllo del proprio corpo è soprattutto contraccezione.

Secondo l’Organizzazione
Mondiale della Sanità
  a contraccezione è un punto centrale del
concetto di salute
 riproduttiva, perché una donna deve poter scegliere
se e quando voler prendere in considerazione l’idea di una gravidanza. A
confermare questo principio ci hanno pensato anche le Nazioni Unite in
occasione nella stesura degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda
2030 dove diffusione e accesso a pratiche contraccettive sicure è
considerato un importantissimo e imprescindibile pilastro per il
miglioramento dell’empowerment femminile

La situazione attuale
nei vari paesi è parecchio disomogenea: nei paesi dell’Europa nord-occidentale l’utilizzo
di contraccettivi moderni è una realtà affermata da tempo, ma nei paesi del Sud-Europa,
tra cui l’Italia, c’è ancora tanta strada da fare. I dati dell’ISTAT
parlano chiaro: l’Italia in termini di utilizzo di metodi moderni di
contraccezione è ferma al 51,8%, una percentuale inferiore a Marocco
, Egitto e Algeria.

Eppure in Italia l’accesso alla contraccezione è garantito,
qualsiasi donna può recarsi presso un consultorio, un ginecologo, e chiedere
consiglio su quale metodo contraccettivo utilizzare ed iniziare così a farne
uso. Il motivo principale di questa situazione di stallo e non maturazione è
che c’è una falla nella cultura contraccettiva, strettamente legata
all’istruzione, un dato ISTAT rivela infatti che le donne che hanno al massimo
superato la scuola dell’obbligo si affidano ad una contraccezione non sicura
l’80% in più rispetto a donne laureate
. A questo punto il legame cultura-istruzione-consapevolezza
sembra più che mai fondamentale
e le attività educazionali sono
quindi il metodo più utile per rendere le donne italiane consapevoli ed
informate. 

Contraccezione: le domande che non hai mai fatto e le risposte che cercavi

c

Ma le ragazze, le donne, non sanno dove reperire le informazioni, non sanno se fidarsi di ciò che leggono su internet – dubbio lecito se si considera il numero elevato di articoli, post e notizie che si leggono ogni giorno, molto spesso scritte senza alcuna competenza – ed è proprio per fornire un canale affidabile per reperire in perfetta autonomia qualsiasi tipo di informazione sui vari metodi contraccettivi che è nato il sito il sito www.sceglitu.it e la nuova pagina Facebook MyContraception: per dare informazioni affidabili scritte da professionisti.


Potrebbe interessarti