#ad #donne

Contraccezione femminile: un nuovo progetto insieme a Bayer per rendere noi donne più consapevoli

donna-pillola-liberta-scegliere

Pillola, spirale, cerotto, anello… qual è il vostro metodo contraccettivo? Quello che vi fa sentire serene, a vostro agio nella vostra vita sessuale, qual è il metodo che avete scelto?

Perché avete scelto un metodo, giusto? Conoscete le varie possibilità, le opzioni fra cui scegliere e cosa differenzia i vari metodi contraccettivi? Se la risposta è no, sappiate che non siete le sole. I dati sulla consapevolezza delle donne in merito alla contraccezione sono allarmanti, c’è tanta confusione, poca conoscenza e tanto imbarazzo nel parlare con il proprio medico, cosa che porta sempre di più le donne a cercare on-line le informazioni sui vari metodi contraccettivi.

È per questo motivo che nasce un grande progetto di sensibilizzazione pensato da Bayer e del quale ho l’immenso piacere di far parte, un progetto che mira a parlare alle donne attraverso le donne, non a promuovere un prodotto, a vendere un metodo piuttosto che un altro, ma a raccontarvi della libertà che deriva dalla conoscenza. Conoscere i vari metodi contraccettivi, le loro differenze e caratteristiche ci permette di scegliere quelle più adatte a noi, a non delegare all’uomo la contraccezione, ma a essere parte attiva della scelta. Tutto questo anche con il supporto  specialisti (mi raccomando, confrontatevi sempre con il medico ginecologo) come la Dott.ssa Manuela Farris, specialista in ginecologia e ostetricia, consigliere della Società italiana di ginecologia dell’infanzia e dell’adolescenza (SIGIA) e membro della Società italiana di Contraccezione, con la quale ho già iniziato ad affrontare l’argomento e grazie al sceglitu.it, che vi suggerisco di visitare per trovare le risposte ai vostri principali dubbi.

aero-gravity-bayer

Per celebrare l’inizio di questo nuovo grande progetto che si svilupperà durante tutto l’anno, Bayer ha organizzato una giornata all’insegna della libertà e quale atto simbolico poteva essere più adatto del volo? Volare simulando un lancio col paracadute all’interno del tunnel verticale più grande del mondo è quello che ho fatto alcuni giorni fa insieme al team di questo nuovo progetto e le donne che ne fanno parte.

Se non avete mai provato Aero Gravity vi consiglio di farlo, non solo per l’emozione di volare, staccare i piedi da terra e sentire il vento ad una velocità inimmaginabile sulla pelle, fra i capelli, ma per scoprire cosa si prova a dover controllare ogni muscolo sfidando la forza dell’aria, la sensazione incredibile d’imparare ad avere il controllo del proprio corpo. Una bella metafora che si ricollega al concerto di libertà: volare è libertà e sapere è libertà; viviamo un importante periodo storico, in cui le donne stanno rispolverando i principi del femminismo e cosa c’è di più femminista che rispettare il proprio corpo ed essere consapevoli delle opzioni per fare sesso in modo consapevole, protetto e sicuro?

aero-gravity-esperienza-volo


Potrebbe interessarti