News

Gli abiti da sposa di Zara per la stagione dei matrimoni 2022

abiti da sposa zara 2022

Siamo onesti, quando una donna riceve il quinto invito ad un matrimonio nel giro di due mesi, anche se di cognome fa Thunberg il fast fashion inizia a non sembrare più una cosa così tanto brutta. Quando “magari metto accessori diversi” non è più sufficiente per indossare lo stesso vestito più e più volte senza rischiare di apparire nella stessa divisa in tutti gli album di matrimoni del proprio giro di amici, allora il low cost diventa più affascinante anche a chi è riluttante ad acquistare nelle catene del fast fashion.

E questo lo sa bene Zara, che fra i brand low cost è quello in cui solitamente convergono tutte le invitate stressate dall’ennesimo invito, per l’ennesimo matrimonio, per cui spenderanno già un budget che non avevano previsto di dover destinare a regalo, trucco, capelli e magari anche trasferta, se la coppia ha scelto una location non vicina.

Ma che Zara avrebbe lanciato una linea di abiti da sposa chi se lo sarebbe aspettato? Probabilmente chiunque ricordi quella dell’anno precedente e l’abito da sposa proposto da H&M nel 2014 o gli abiti da sposa a partire da 90€ di Asos. I prezzi di Zara sono leggermente più alti, ma pur sempre un decimo del più economico abito da sposa che si può acquistare nel più economico negozio di settore.

Eppure se da un lato saranno felici alcune future spose con budget ridotto, dall’altro le polemiche non mancano: “chi vuole puzzare il giorno del proprio matrimonio?” è uno dei commenti più diffusi, in riferimento ai tessuti sintetici utilizzati per gli abiti da Sposa Zara (76% acetato, 97% poliestere, per fare degli esempi) per non parlare di tutto il discorso sulla sostenibilità, l’inquinamento derivante da abiti in tessuti non riciclabili, la loro produzione dall’altra parte del mondo, distribuzione in massa e, non per ultimo, il fattore umano che entra in gioco nella produzione.

Attualmente la collezione comprende abiti da sposa, intimo e accessori, il prezzo più alto per gli abiti è di 159 euro, quindi la parola chiave è senza dubbio: accessibilità. Voi indossereste un abito Zara il giorno del vostro matrimonio? O preferireste impiegare qualche mese a cercare fra negozi vintage, acquistare un abito di seconda mano o magari noleggiarlo? (esiste anche questa possibilità, sì),

Vogue Italia fa notare che l’ispirazione arriva soprattutto dagli abiti delle celebrità, come gli abiti da sposa di Meghan Markle e un abito da red carpet di Kate Moss.


Potrebbe interessarti