City Guide: Cape Town con Piz Buin, dal surf allo shark spotting e i pinguini

sonia_grispo_cape_town_cityguide

Del viaggio fatto con Piz Buin a Cape Town vi ho già parlato in questa prima parte, ripercorrendo le prime tappe che mi ha portata in Sud Africa fra location da sogno, acque cristalline ed esperienze adrenaliniche. Dopo il parapendio e lo yoga ad alta quota è stato il turno del Surf, vuoi trovarti con i piedi nell’Oceano e non fare qualche passo in più per lanciarti fra le onde?

Una lezione di surf nell’oceano.
La spiaggia in cui il team di Piz Buin mi ha portata è stata Muizenberg Beach, un sobborgo di Cape Town sulla Penisola del Capo (se non noleggiate l’auto prendete il treno per Kalk Bay per raggiungerla), caratterizzata da una serie di cabine super colorate in stile vittoriano. Varrebbe la pena anche solo sdraiarsi sulla spiaggia a prendere il sole, ma se volete vivere un’esperienza da ricordare, andate alla Gary’s Surf School e noleggiate muta e tavola per una lezione di surf, i ragazzi della scuola di surf vi insegneranno come mettervi in piedi sulla tavola e restarci quando arriva l’onda. Leggi il resto di questo articolo »

La stagione dei matrimoni è in arrivo: noleggia l’abito di lusso da indossare

noleggia_abiti_lusso_matrimonio

Sta arrivando, si sente già nell’aria, si percepisce dalla frenesia delle commesse, dal suono dei tacchi sui pavimenti degli atelier, dal tintinnio dei confetti nelle ciotole di degustazione, dal fruscio di tulle e nastri da confezione. La stagione dei matrimoni è in arrivo. Proprio ieri sulla pagina Facebook di Trend and The City ho pubblicato un video in stile “28 giorni dopo” che ironizza sull’argomento e oggi eccomi qui a cercare di rispondere ai dubbi esistenziali di chi si trova un invito fra le mni e niente da mettersi.

L’alternativa allo shopping costoso, faticoso, stressante e che spesso fa acquistare abiti perfetti per un giorno, ma spesso mai più sfruttabili si chiama Drexcode, la luxury web boutique che permette di noleggiare gli abiti delle nuove collezioni di brand internazionali (Blumarine, Alberta Ferretti, Giambattista Valli, Moschino, Antonio Marras) pagandoli solo una percentuale del loro prezzo di boutique. Per chi è fatto questo servizio?

Per l’invitata: Avete imparato che la storia del nero che non si indossa ai matrimoni è agè e che oggi nessuno si stupisce nel vedere un abito di questo colore ad un matrimonio (a patto che la cerimonia non sia di mattina), allora l’abito Nina Ricci con scollatura da nascondere in chiesa e sfoggiare subito dopo è perfetto (310€ anziché 3650€). Se invece preferite le tonalità più chiarel’abito ricamato in pizzo macramè di Blumarine è perfetto (270€ per un giorno anziché 2690€ per indossarlo di nuovo chissà quando). Leggi il resto di questo articolo »

Giorgio Armani Acqua for Life: la sfida di 1 giorno con soli 10 litri di acqua

giorgio_armani_Acqua_for_life

Ci svegliamo, entriamo in doccia e facciamo scorrere l’acqua (circa 30-50 litri). Apriamo il rubinetto del lavandino per lavarci i denti, il viso, e facciamo scorrere l’acqua. Mettiamo a bollire l’acqua per il tè, l’orzo, riempiamo la macchinetta del caffè con l’acqua. Accendiamo la lavatrice (che necessita tra i 90 e i 160 litri per ogni ciclo di lavaggio), riempiamo il vaso dei fiori che abbiamo acquistato, beviamo, sciacquiamo la mela che abbiamo deciso di addentare… tutto questo lo facciamo con l’acqua.

In media utilizziamo 100 litri di acqua al giorno, mediamente nei paesi con scarsità d’acqua, avere a disposizione 10 litri di acqua per fare tutto è già un lusso. A farmi riflettere su tutto questo cifre alla mano, è stato Giorgio Armani, che per il quinto anno lancia Acqua for Life, la charity di Giorgio Armani Parfums in collaborazione con Green Cross International grazie alla quale da quest’anno Ghana, Costa D’avorio, Senegal, Cina, Bolivia, Messico e Argentina si uniscono alle oltre 80 comunità nel mondo che beneficiano dell’acqua potabile grazie ai progetti di Acqua for Life. Leggi il resto di questo articolo »

Anya Hindmarch Leather Stickers: arrivano gli adesivi per borse e accessori

anya_hindmarch_leather_sticker_collection

La Anya Hindmarch Leather Stickers collection ha tutti i numeri per diventare non solo uno dei trend più diffusi, ma il via libera per una nuova era di accessori e lo step evolutivo della personalizzazione. Dopo i gioielli personalizzabili, le borse con le iniziali e le incisioni varie su anelli, bracciali e orologi, Anya Hindmarch presenta una collezione di adesivi in pelle, nata per personalizzare borse, clutch e iphone case.

La leather stickers collection è nata dalla collaborazione la stylist inglese Charlotte Stockdale, di Chaos Fashion, ispirata dagli adesivi che Anya Hindmarch utilizzava al liceo per personalizzare le sue cose (e chi da adolescente non lo faceva?), è in vendita sul sito del brand (QUI), che in questi giorni ha lanciato anche la Wedding Collection, una serie di accessori ricoperti di stickers, dedicati alla sposa. Leggi il resto di questo articolo »

Il primo digital pop-up shop di Chanel su Net-a-porter per il lancio di Coco Crush

chanel_coco_crush_gioielli_net-a-porter

Si tratta del primo digital pop-up shop di Chanel, un negozio virtuale allestito all’interno del popolare e-commerce Net-a-porter, in cui sarà possibile acquistare in esclusiva e solo per tre settimane, la nuovissima collezione di gioielli Coco Crush.

Coco Crush di Chanel è una linea di gioielli composta da sei elementi: un bracciale (modello cuff) e cinque anelli che richiamano lo stile matelassé tipico della maison e della sua iconica Chanel 2.55, in oro bianco o giallo 18 carati. Leggi il resto di questo articolo »

Leggi il nuovo numero