Tendenze

Tendenze: Turtleneck, il dolcevita si indossa con i capelli raccolti dentro

tendenze_turtleneck_come_indossare_lupetto

Io personalmente lo detesto, non ho bei ricordi del maglione dolcevita, oggi ribattezzato turtleneck per svecchiarne l’identità. Lo ricollego con poco sentimento e tutt’altro che nostalgia ai “lupetti” che mia madre mi comprava in ogni gradazione di bianco, panna, blu, esistenti. Solo un maglione Trussardi, da adolescente poi, mi fece cambiare idea per un periodo. Ma ancora oggi nutro qualche perplessità sui maglione a collo alto. Specialmente se aderente.

Eppure la tendenza parla chiaro, non solo i maglioni con colli alti, morbidi, soffici, sono i capo più adatto al clima invernale, ma sono anche il più gettonato nei look che si fanno notare. La moda negli ultimi anni si è fatta magnanima, sempre più gentile e avvezza alle concessioni, quindi dovevamo aspettarcelo che tutti i capi più confortevoli e antifreddo sarebbero stati protagonisti. Il motto? Look chic, stay warm! Eppure c’è una sottile differenza fra dolcevita e lupetto, il secondo è tendenzialmente più aderente al collo e non prevede necessariamente d’essere svoltato. Leggi il resto di questo articolo »

The perfect camel coat: Zara, Michael Kors, Max & Co, H&M. Trova quello giusto

camel_coat_tendenza_2014_2015

Elegante, chic, senza tempo. Il camel coat, più semplicemente cappotto color cammello, è un must di sempre, un ever green che nonostante questa etichetta che dovrebbe garantirne la presenza in ogni armadio femminile, manca in moltissimi guardaroba e la ragione è presto spiegata: non è facile trovare quello giusto.

Dal capo di tendenza a sembrare uscita dopo aver rovistato nelle monnezza sotto casa, il passo è breve. Il camel coat può avere linee sartoriali impeccabili e precise, una vestibilità asciutta e sagomata oppure in stile boyfriend, over ma non troppo. Si tratta come sempre di un gioco di equilibri non facili e allora ecco una selezione di camel coat di differenti brand, diversi modelli e fasce di prezzo, da 79,99 e 3,325 euro. Leggi il resto di questo articolo »

Tendenze// Culottes, i pantaloni più amati del fashion month. Ecco come indossarli

culottes_street_style

Hanno fatto la loro comparsa in primavera, per poi essere eclissati in estate da un abbigliamento più essenziale – complici le alte temperature – ma in questo mese, in concomitanza con il Fashion Month, sono tornati protagonisti: le culottes. Da non confondere con gli slip a fascia larga che avvolgono fianchi e glutei.

Si tratta di pantaloni dalla forma ad “A”, che partono dunque stretti in vita per poi ampliarsi alle caviglie, talvolta al polpaccio o solo sotto il ginocchio; il risultato è un pantalone largo e più corto del normale, che richiede una grande abilità nell’abbinamento e la capacità di non aver paura di giocare con le proporzioni. Leggi il resto di questo articolo »

Tempo di espadrillas, quelle H&M sono economiche, in pizzo o con paillettes

espadrillas_streetstyle_how_to_wear_HM

Sono le scarpe dell’estate per antonomasia, da bambini le portavamo ai piedi in infinite varianti di colore, con la suola che si era ormai sbucciata prima che tornassimo a scuola. Crescendo le abbiamo ripescate dalla memoria e gli stilisti ce le propongono, qualche volta in versioni lussuose, costose, ma soprattutto chic.

Anche H&M ha proposto le espadrillas nella sua collezione estiva e qui vi mostro alcuni modelli che vale la pena tenere in considerazione se avete voglia di aggiungere questo modello al vostro guardaroba, ma senza investire un paio di Chanel capt-toe a due zeri. Dal modello con stampa tribale (€ 14,95) a quello con la punta rivestita di paillettes (€ 19,95), passando per le versioni con cuciture fluo o in pizzo. Leggi il resto di questo articolo »

Summer Trend: Cutoffs, gli shorts in denim sono un a tendenza ever green in estate

cutoff_denim_shorts_trend

Giusto per tornare alla questione “in inglese fa più figo” ormai è demodé dire pantaloncini, il termine italiano è stato sostituito da shorts e, nel caso di quelli in denim, magari effetto used o tipo jeans-vecchi-tagliati-dalla-mamma assumono addirittura un altro nome: cutoffs.

Non sono una novità, perché dacché ho memoria i pantaloncini di jeans sono sempre esistiti, quando ero bambina era un rito di passaggio dall’infanzia all’adolescenza e quasi un gesto di ribellione quello di tagliare con le forbici un paio di vecchi jeans e farne un pantaloncino, ops degli shorts. Leggi il resto di questo articolo »

Leggi il nuovo numero