Film & Serie Focus

Serie tv britanniche per allenare l’inglese e vedere (non solo) Londra

serie tv- inglesi britanniche

After Life (Netflix)

“Quali serie tv consigli di guardare per allenare il biritish english?” guardare serie e film in lingua orginale non necessariamente prepara a dialogare con gli inglesi. La maggior parte delle serie sono prodotte in america, pertanto la lingua parlata è un americ english più comprensibile e con una serie di vocaboli che in inglese cambiano, per allenare l’inglese britannico o anche semplicemente visitare Londra (e non solo) attraverso lo schermo, ho selezionato 4 serie uscite fra il 2007 ed il 2020 e ambientate a Londra, Bristol e dintorni.

Parole chiave: serie tv britannica, black humour, Ricky Gervais.

Se vi piace l’umorismo politicamente scorretto e il black humor questa serie fa decisamente per voi. Se poi siete anche fan di Ricky Gervais amerete After Life. Io l’ho iniziata un po’ per noia e un po’ perché mi era rimasto impresso il monologo esilarante di Gervais agli ultimi Golden Globes e non solo mi ha fatto sorridere come quella volta e di più, ma mi ha anche commossa, parecchio, tipo con i singhiozzi, ecco.

Di cosa parla? La serie racconta di Tony, un uomo di mezza età che ha appena perso la moglie a causa del cancro e non riesce ad immaginare la sua vita senza di lei, cadendo così in un vortice di depressione e pensieri suicidi, dal quale riemerge di tanto in tanto grazie alla convizione di potersi avvelere del dolore per dire tutto quello che pensa, anche le cose più meschine. Attono a lui una serie di personaggi improbabili fra i colleghi della redazione del giromale per cui scrive, un tossico, il suo inseparabile cane ed una sex worker.

After Life è molto più di una serie sul lutto, l’amore e l’amicizia, è una serie che parla di valori semplici, di sentimenti puri, è una serie pulita nonostante i riferimenti a sesso, droga, suicidio e alcool. Disponibili 2 stagioni da 6 episodi (la tipica brevità delle serie british) e la terza stagione è già stata confermata.

Trying (AppleTV)

Parole chiave: coppia, adozione, Camden Town (Londra)

La serie è ambientata a Londra e in questo momento, che ironia, anche io per vederla devo guardare una serie tv, quindi se sentite la mancanza della della città e avete voglia di sorridere (non garantisco che non versiate anche qualche lacrima, sì lo so è un tema ricorrente) vi consiglio di guardarla.

Di cosa parla? Nikki e Jason si amano, sono una bella coppia, di quelle che stanno bene, sorridono spesso e si ritagliano uno spazio personale anche in una città frenetica come Londra. Decidono di avere un figlio, il figlio non arriva, gli amici intorno a loro iniziano ad avere figli e il senso di inadeguatezza incombe. In un batter d’occhio Nikki e Jason entrano nel complesso mondo del sistema adozioni e si ritrovano ad analizare la loro situazione economica, professionale, di coppia e personale, non senza farsi coinvolgere dalle situazioni degli amici e delle loro famiglie, che sono famiglie normali come se ne vedono poche in televisione.

Trying è una serie che parla delle tappe della vita, della paura di restare da soli, della voglia di avere un figlio, del timore di non essere pronti e del tempo che passa mentre decidi. Parla di scelte di vita, di relazioni e di amore. È una serie in cui ritrovarsi, anche se non si hanno gli stessi obiettivi dei protagonisti. Il cast è deliziosamente azzeccato e spicca, insieme ai protagonisti, la presenza di Imelda Staunton, famosa per il ruolo di Dolores Umbridge nella Saga di Harry Potter, che mostra il ruolo dell’assistente social come raramente viene rappresentato. Dispomibile 1 stagione da 8 episodi.

Skins (Netflix)

Parole chiave: adolescenza, sesso, Bristol

Una delle mie serie preferite di sempre, uno spioncino sulla vita degli adolescenti inglesi, un cast eccezionale fra cui spiccano anche nomi importanti: Nicholas Hoult (About a Boy, A single man) e Dev Patel (The Millionaire). È una serie senza tempo.

Di cosa parla? Pratonista è un gruppo di adolescenti di Bristol, ogni episodio segue le vincende di ogni ragazzo fra prime esperienze sessuali, abuso di droga e alcool, relazioni studente-insegnat, disturbi alimentari e dispraità sociali, tutto questo sotto gli occhi di genitori assenti.

Skins colleziona tutte le tematiche: omosessualità, morte, diversità, sesso, droga, solitudine, gravidanza giovanile, malattie mentali e le affronta con la leggerezza drammatica e la noncuranza apparente degli adolescenti… il primo episodio è andato in onda su Mtv nel 2007, le prime due stagioni sono memorabili, iconiche, la colonna sonora unica; alla terza stagione il cast cambia (ad eccezione di un personaggio chiave) e fino alla quarta conserva il suo spirito, riuscirete a guardarla fino alla settimana, ma vi mancheranno Tony, Michelle e Cassie. Disponibili 7 stagioni da 6/10 episodi.

Downton Abbey (Amazon Prime)

Parole chiave: aristocrazia, colpi di scena, abiti bellissimi.

La prima volta che ho provato a vedere Downton Abbey tutti ne parlavano e volevo sapere il perché. Non ho finito di guardare il primo episodio e l’ho abbandonata, mesi dopo l’ho ripresa perché continuano a sentirne parlare e le ho dato una seconda chance. L’ho divorata. La serie ha avuto un successo tale e alla sua conclusione il pubblico ne ha sentito così tanto la mancanza che il cast è approdato sul grande schermo con un film di cui si poteva proabilmente fare a meno ma che ha rappresentato come una visita a dei vecchi amici che hai volgia di rivedere e poco importa cosa avete da dirvi.

Di cosa parla? Dell’aristocratica famiglia Crawley e dei loro servitori nella elegante tenuta di campagna nello Yorkshire. Sfondo del primo episodio sono le vicende del Titanic, il 15 aprile 1912, che sconvolgono le sorti dell’eredità di famiglia e fanno entrare in scena il giovane Matthew, cugino di terzo grado della famiglia e avvocato, deciso a continuare a lavorare e non cedere alla vita aristocratica. Un intreccio di amori, tradimenti, colpi di scena e naturalmente storia.

Downton Abbey ti accoglie a casa con la sua indimenticabile sigla e ti fa sentire membro a metà fra l’aristocrazia e i servitori, ti riempie gli occhi di bellezza ed eleganza nel passaggio da un’epoca all’altra e ti regala pillole di vita recitate da Maggie Smith, Minerva McGranitt nella saga cinematografica di Harry Potter, qui nel ruolo di Violet Crawley, Contessa Madre di Lady Grantham. Disponibili 6 stagioni da 7/9 episodi. Se vi state chiedendo se il castello di Dowton Abbey è vero la risposta è sì, si chiama Highclere Castle e si trova a poco più di 100 chilometri a ovest di Londra, nella contea dell’Hampshire.

A proposito di Apple tv: La piattaforma di streaming AppleTV è stata lanciata l’1 Novembre 2019 ed è accessibile non solo agli utenti Apple, chiunque si può abbonare, anche se non ha un iPhone o un altro prodotto della mela. La differenza è che per chi ha acquistano di recente un dispositivo Apple l’abbonamento è gratuito anche per 1 anno, per gli altri ha un costo di 4,99 euro al mese. Grazie alla prima settimana di prova gratuita per tutti, potete provare il servizio e guardare qualche serie esclusiva AppleTV potete approfittarne.

Altre serie british:

  • Luther (Netflix)
  • The Office UK (Netflix)
  • Marcella (Netflix)
  • Collateral (Netflix)
  • Killing Eve (Prime Video)
  • Doctor Foster (Netflix)
  • Sex Education (Netflix)
  • Gavin & Stacey (Netflix)


Potrebbe interessarti