Moda

Via il reggiseno, le scarpe o la gonna in cambio di una Carinabag Braccialini

carinabag_braccialini_getcarinabag

carinabag_braccialini_getcarinabag

A cosa sareste disposte a rinunciare per la borsa dei vostri sogni? L’ha chiesto Braccialini alle donne più audaci e coraggiose, nel corso di una speciale iniziativa organizzata per il lancio di Carinabag, la nuova borsa del brand fiorentino, che da sempre affascina l’universo femminile con le sue creazioni (potete vedere le condivisioni sui social con l’hashtag #getcarinabag), nata in occasione del sessantesimo anniversario della sua nascita.

Immaginate un enorme distributore posto nella prestigiosa Via dei Calzaiuoli, una fila di donne desiderose di mettere le mani sulla nuova Carinabag ed un’unica condizione per farlo: rinunciare ad un proprio capo (vi dico solo che c’è chi si è sfilata il reggiseno, chi è tornata a casa senza gonna, ma con la sua Carinabag fra le mani). Sono state queste le regole del gioco che hanno coinvolto le donne nel centro storico di Firenze dove, un computer posto all’interno del distributore, invitava le donne a lasciare all’interno della macchina un indumento, in cambio della chance di ricevere in regalo una Carinabag.

Cosa succedeva agli abiti ceduti dalle donne? Sono stati devoluti alla Caritas di Firenze; mentre alle donne che non sono riuscite a separarsi da nessun capo, Braccialini ha regalato buoni sconto per l’acquisto di una Carinabag. A proposito della borsa, probabilmente gli estimatori del marchio ricorderanno che l’iconica automobilina è uno dei modelli che ha contribuito a rendere famosa in tutto mondo la creatività italiana ed il design Braccialini; per festeggiare questo importante anniversario l’azienda ha rivisitato questo storico modello vestendolo di un materiale gommato, il PVC, che affonda le sue radici non solo nella storia del brand ma anche in una visione più ampia e proiettata verso il futuro, che riguarda l’ eco-compatibilità.

Il materiale è infatti interamente riciclabile. Quanto alla tecnica utilizzata: modellazione tridimensionale, simulazione di montaggio e valutazione delle colorazioni, sono avvenute attraverso sofisticati software impiegati per la prima volta nel settore della pelletteria e generalmente utilizzati nel settore automobilistico. Qui sotto potete vedere il video dell’evento, che potete condividere usando l’hashtag #getcarinabag mentre a questo link trovate il sito dedicato alla borsa.

carinabag_braccialini


Potrebbe interessarti