#donne

Sette. Come le note, le vocali, gli Horcrux e gli anni di Trend and The City

anniversario_7

anniversario_7Sette. E’ un numero primo, idoneo, euclideo, secondo la matematica è anche felice, per una strana teoria che sembra uno scioglilingua, è fortunato nel senso matematico del termine. E’ il numero atomico dell’azoto e dei termini della scala di fusibilità dei minerali di Kobell, in chimica; è il numero dei peccati capitali, dei colori dell’arcobaleno, dei cieli e dei mari secondo gli antichi, dei colli di Roma, delle vertebre cervicali, delle ossa del tarso del nostro piede.

Sette è il numero di tante cose, per tante persone, per me oggi è il numero degli anni trascorsi da quell’Ottobre 2007 in cui ho digitato sulla tastiera il nome di Trend and The City per dare vita a questo blog, senza la minima idea che potesse diventare un lavoro, il numero del tempo vissuto a scrivere 4.938 articoli, leggere 35.376 commenti, condividere, scoprire, curiosare per poi raccontare ciò che ho visto, ho vissuto, ho provato, mi è piaciuto. Sette anni fa è nato Trend and The City, un anno dopo è uscito il mio primo libro, quello dopo ancora il secondo, due anni fa il terzo e intanto ho scritto ancora: di moda, di bellezza, di vita, di viaggi, di shopping, di tecnologia e di tutto il mondo che Trend and The City rappresenta per me, un blog, un magazine ormai, con le sue sezioni, le sue tante sfaccettature, proprio come me che l’ho creato.

Insieme a me cresce il blog e cambiano, mutano, i miei interessi che si annidano sotto quell’etichetta di lifestyle dentro cui raccolgo tutto quel che mi piace, forse non tutto certo ma sicuramente tanto. Non appaio spesso su queste pagine virtuali, ma amo il fatto che nonostante questo, nonostante un’immagine statica nella colonnina di sinistra, le mie parole siano riuscite a raggiungere voi, che sui social network mi avete ritrovata per parlare oltre gli articoli, le notizie, gli eventi.

Sette sono i Re di Roma, gli anni della guerra dei sette anni e i giorni di quella dei sette giorni; soni i palmi della distanza tra sole e terra nella cultura Cherookee, le figlie di Atlante e Pleion, le arti liberali, la somma ovvia delle facce opposte del dado da gioco, il tempo che intercorre fra un anno sabbatico e l’altro, i pezzi che compongono il Tangram. Sono sette i giorni della settimana, i mesi di 31 giorni nel calendario, le vocali; le sorelle petrolifere, i tagli delle banconote, i nani di Biancaneve, le sfere del drago in Dragon Ball, gli Horcrux di Lord Voldemort.

Sono sette le spose per altrettanti fratelli, i samurai per Akira Kurosawa, le anime del film di Muccino; le note e le chiavi musicali, gli anni in Tibet e quelli di studio matto e disperatissimo di Leopardi. Sette anni di blogging, di passioni, di viaggi, di eventi, di volti incontrati, di amici trovati e di persone incrociate. Sette “grazie” sarebbero pochi però, quindi ve ne dico molti di più e vi anticipo che è in arrivo una sorpresa per voi.

foto palloncino argentato via Shutterstock


Potrebbe interessarti