Moda

10 cose che non dovreste farvi mancare per trascorrrere un week-end al mare

summer_essentials_10 cose che non dovreste farvi mancare in un week-end al mare

Pic nic in primavera, escursioni in montagna in autunno, fine settimana sulla neve in inverno e finalmente è arrivata l’estate dei week-end fuori porta, quelli in cui due giorni ed una notte rappresentano brevi ma intense fughe dalla città, durante le quali dedicarsi a se stessi e al relax.

Se a come fare la valigia ci pensa il tutorial della sushi valigia, per decidere il contenuto ecco 10 cose che non dovreste farvi mancare in un week-end al mare.

1. Il bikini, sarà scontato, ma se si parla di summer essentials di certo il costume da bagno non può mancare. La tendenza di stagione lo vuole a vita alta, un po’ retrò e dal gusto vintage, comodo, magari non ideale per l’abbronzatura, ma migliaia di donne ringraziano la moda per aver concesso loro un po’ di serenità in spiaggia. Questo con stampa tropicale è H&M (€ 14,99 il top e € 12,99 lo slip).

2. La GoPro. La action-camera più utilizzata al mondo, è la compagna di viaggio ideale per le vacanze al mare. Leggi il resto di questo articolo »

Vans x Disney Collection: le principesse non sono solo roba per bambine

VANS-X-DISNEY_PRINCESS_PACK_Group_NEWFORMAT

Ci hanno accompagnate nell’infanzia, le rivediamo spesso in versione caricaturiale o protagoniste di campagne sociali e Vans per non farci dimenticare le principesse Disney, le rende protagonista di una collezione speciale: Vans x Disney Collection, dove scarpe, felpe, tishirt e non solo, riportano i volti di Ariel, Belle e Jasmine insieme ad altre protagoniste che ci hanno affascinate da bambine. Leggi il resto di questo articolo »

Come superare la prova costume? Indossa il tuo bikini Goldenpoint e tuffati

goldenpoint_costumi_2015

Passatemi la metafora, ma chi di voi è già stanca di leggere claim sulle copertine delle riviste, link condivisi da amiche fanatiche della forma fisica o ascoltare i suggerimenti del tg che più che informazione fa chiacchiericcio, su cosa dovremmo fare, mangiare, sapere per superare la prova costume?

Non sono la sola, immaginavo. La prova costume è un momento critico per tutte le donne, per chi si sente fuori forma, per chi in inverno ha iniziato un lavoro che ha tolto tempo alla palestra, chi in palestra è solo andata per pagare l’abbinamento annuale, chi è snello ma vorrebbe essere tonico, chi è tonico ma vorrebbe perdere qualche chilo…

In questi casi, quando la pressione aumenta e tv, radio, giornali e blog non fanno che parlare di prova costume, l’unica cosa che rimane da fare è quella di indossarne uno e tuffarsi. Metaforicamente o realmente, mostrando il proprio corpo e se per farlo serve un po’ di self-confident in più, basta il costume giusto per stare ben con se stesse. Goldepoint in questo è sempre una certezza, con le sue collezioni SiSi, Golden Lady, Philippe Matignon. Leggi il resto di questo articolo »

10 cose che se siete donne in gravidanza vorrete comprare da Asos e H&M

maternity_stile_in_gravidanza

La gravidanza è uno dei periodi di una donna che maggiormente mette alla prova il suo stile. Se Kim Kardashian ha dato prova di non temere i tessuti stretch nonostante il maxi pancione e Victoria Beckham di poter ugualmente camminare su tacchi 14, nonostante i kg in più, alle donne comuni il compito affidato è molto più semplice: evitare la monotonia.

Maglie basic, camicione ed abiti informi sono un must e va bene che la comodità è essenziale, specialmente quando il proprio corpo cambia di settimana in settimana, ma abbandonare del tutto l’interesse per ciò che si indossa non mai una scelta saggia. In soccorso delle donne che non voglio spendere un capitale in abiti di 2 o più taglie in più, che probabilmente non indosseranno ancora, trascorsi i nove mesi, arrivano Asos e H&M, con le loro collezioni maternity. Leggi il resto di questo articolo »

Qualcosa di nuovo, qualcosa di blu e qualcosa che una sposa vorrebbe

Qualcosa di nuovo, qualcosa di blu e qualcosa che una sposa vorrebbe

Di Venere e di Marte né si sposa né si parte e allora via alle chiese vuote in quei giorni della settimana, la pioggia non spaventa troppo se sposa bagnata sposa fortunata e ma la più bella delle scaramanzie è di certo quella ereditata dall’epoca vittoriana: Something old, something new, something borrowed, something blue.

Qualcosa d’oro è semplice, a volte è un gioiello o una piccola spilla nascosta fra gli strati di tulle, qualcosa di blu è spesso il nastrino intorno alla giarrettiera che la sposa indossa “scomodamente” sotto l’abito o un fiocchetto cucino nel bustino, qualcosa di prestato sono gli orecchini antichi, il velo che apparteneva la mamma o qualunque cosa la fantasia suggerisca, mentre per qualcosa di nuovo la scelta è facile: libero sfogo allo shopping.

La clutch Charlotte Olympia della linea Bridal che dice “Marry Me” e “I Do”, con un maxi solitario per reggerla meglio (€ 720), i Tribute Sandal Saint Laurent sono un must, comodi e splendidi, indossabili anche dopo il grande giorno (€ 625) e per la comodità dopo una lunga giornata, i sandali flat Christian Louboutin con un maxi cuore per celebrare il romanticismo (€ 485). Leggi il resto di questo articolo »

Leggi il nuovo numero