City Guide e Viaggi

QC TermeRoma: spa, wellness farm e un’oasi di benessere a due passi dal centro di Roma

QC TermeRoma

Una settimana particolarmente stressante di lavoro, la voglia di ritagliarsi un momento di relax, di prendersi cura di sè stessi… staccare la spina, per un giorno o un week-end, è un’esigenza che dovrebbe trasformarsi in un rito da segnare periodicamente sul calendario. Io a Roma ho scoperto il nuovissimo QC TermeRoma, luogo perfetto per un fine settimana di benessere e la location ideale per il digital detox nella capitale.

Cosa? Una SPA, un luogo pensato per ritrovare il benessere fisico e rigenerare lo spirito che prende vita all’interno di una storica tenuta di proprietà del duca Ascanio Sforza Cesarini di discendenza Torlonia, sulla via Portuense.
Dove? All’interno dell’oasi naturale di Porto, di fronte al Lago di Traiano, fra casasali storici, secolari pini romani, profumate piante di alloro ed eucalipto, a soli due minuti dall’Aeroporto di Fiumicino. Leggi il resto di questo articolo »

15 cose che puoi fare, vedere e mangiare a Napoli e Sorrento alloggiando al Grand Hotel Excelsior Vittoria

grand_hotel_excelsior_vittoria_sorrento_opinioni

Ogni bravo viaggiatore, mentre prepara la valigia per una nuova meta, naviga sul web in cerca di informazioni su cosa fare, vedere e, immancabilmente, mangiare nei luoghi che andrà a visitare; quando la vacanza in questione è un weekend o qualche giorno in più, la ricerca si fa ancora più precisa, nella speranza di vedere più cose possibili nel tempo che ci siamo riusciti a ritagliare. Ecco allora 15 cose che potete fare se alloggiate a Sorrento al Grand Hotel Excelsior Vittoria, come ho fatto io. (Trovate altre foto e info su Instagram cercando l’hashtag #trendcityguide o il mio profilo @sonia_grispo)

1. Alloggiare nello storico Excelsior Vittoria. Un hotel 5 stelle lusso, fondato nel 1834 dalla famiglia Fiorentino, circondato da due ettari di terreno, immerso in un suggestivo agrumeto che fa pensare ad un percorso sensoriale, posizionato nel centro storico di Sorrento, che si affaccia sul Golfo di Napoli e del Vesuvio. A scegliere questa elegante struttura sono stati personaggi come Marylin Monroe, Sophia Loren, la principessa d’Austria Sissi, la Regina d’Inghilterra, la Regina Vittoria di Svezia e ancora Wagner ed Enrico Caruso. Leggi il resto di questo articolo »

City Guide Lisbona: Un giorno fra Praia Do Guincho, surf, Oceano Atlantico e Cascais

lisbona_praia_do_guincho_trendcityguide

Già la prima volta che sono stata in Portogallo mi ero resa conto del fascino della Praia do Guincho, la spiaggia che dalla costa di Estoril si affaccia sull’Oceano Atlantico e regala uno scenario spettacolare agli occhi. Vuoi per le onde altissime che si infrangono sulla roccia, vuoi per la scia lasciata dal mare quando torna verso l’orizzonte o per le splendide sagome dei surfisti in controluce.

Per raggiungere Praia do Guincho, se alloggiate a Lisbona, basta prendere dalla stazione Cais do Sodré il treno diretto a Cascais e godere, durante il viaggio su una delle prime linee elettriche europee, di uno splendido paesaggio. Leggi il resto di questo articolo »

City Guide Lisbona: i quartieri Baixa, Alfama e Barrio Alto e dove ascoltare il fado

lisbona_vista_tetti

Per 9 giorni ho vissuto le strette vie di Lisbona, i vicoli sorprendenti e le viste mozzafiato, fotografando e annotando quello che stavo vedendo, per ricordarlo un giorno semplicemente facendo un salto sull’hashtag dei miei viaggi (cercate su instagram #TrendCityGuide) e perché io stessa adoro fare un giro sui social prima di partire per una nuova città. Sotto quelle foto, avete chiesto se avrei scritto qualcosa al mio ritorno ed eccomi qui, cercherò di essere sintetica e di darvi informazioni utili olte che cercare di comunicarvi le mie emozioni. (Qui trovate il primo articolo che ho scritto su questa città).

Il centro di Lisbona ed i quartieri da visitare subito
Disfatti i bagagli (o abbandonata la valigia sul pavimento prima di correre fra le strade per non perdere un momento), il primo giorno è quello da dedicare al quartiere della Baixa, il centro della città, un grande esempio di rinascista e architettura neoclassica. Leggi il resto di questo articolo »

Lisbona è la citta dei colori degli azulejos, del suono del fado e dei pastéis de nata

lisbona_azulejos_blogger

Se guardo fuori dalla finestra in questo momento vedo una distesa di tetti rossi, un palazzo rosa, uno giallo accanto ad uno azzurro, un mare che in realtà è un fiume ed una fila di lucine gialle che a quest’ora della notte non capisco se sono quelle che attraversano il Ponte 25 de Abril o la costa dall’altra parte del Tejo.

Sono a Lisbona da 6  giorni, 147 ore, 8.859 minuti e 531  secondi e mi sembra già di conoscerla come quelle città in cui smetti di sentirti in vacanza ed inizi a tornare quando vuoi staccare la spina. Di questa città ho sentito parlare tanto, l’ho googlata ogni volta prima di scegliere una nuova meta da visitare e l’ho sempre rimandata, tenuta da parte, posticipata; poi la vita mi ci ha portata ed eccola che si presenta, senza troppe effusioni. Lisbona è timida, è noncurante, se ne frega se non t’innamori a prima vista, sa che l’apprezzerai nel tempo e così è stato.

Lisbona ha i colori assortiti degli azulejos e dei tram gialli, dei murales sui palazzi abbandonati e dei festoni nel quartiere Alfama. Ha il profumo dei popcorn nella metropolitana e dei pastéis de nata per le strade, ha la forma orizzontale dei miradouros e quella verticale dei grattacieli che non ti aspetti, ha il suono del fado nei locali a tarda notte e delle voci dei venditori di occhiali ambulanti che in realtà provano a venderti fumo. Leggi il resto di questo articolo »

Leggi il nuovo numero