City Guide e Viaggi

Vacanze in Sicilia: dove andare e cosa visitare a est da Taormina a Siracusa

vacanze-in-sicilia

Un viaggio nella Sicilia orientale, un tour attraverso le parole, ricordi scomposti e riassemblati di una vita sicula, segnando sulla mappa tappe, luoghi e città da annotare sul quaderno delle vacanze. Non vi racconterò quello che potete trovare in miglia di libri e guide turistiche, questo post è un suggerimento, quasi una confessione da siciliana a turista, di luoghi che possono farvi tornare a casa dicendo realmente “sono stata in Sicilia” (almeno a est).

Atterrate a Catania. Da qui inizia il vostro viaggio in Sicilia, noleggiate un’auto, è il mezzo migliore per muoversi in piena libertà, passando da una città all’altra, da un paesino di mare o una spiaggia a quella successiva. Anche se la tentazione di correre a visitare il centro storico di Catania, ammirando il barocco cannoli muniti è tanta, impostate il navigatore direzione Taormina. A Catania tornerete nei prossimi giorni.

Taormina appartiene al comune di Messina, ma i catanesi, vuoi per la vicinanza, vuoi perché una simile bellezza vale la pena d’essere contesa e simbolicamente rubata, l’hanno fatta loro. In meno di un’ora d’auto sarete a Taormina, sospesa sul monte Tauro a circa 200 metri sul livello del mare, qui vale la pena soggiornare almeno una notte, per godersi i vicoli stretti illuminati, il belvedere che si affaccia sullo Ionio, i locali con i tavolini disposti sulle gradinate. Leggi il resto di questo articolo »

Video Sushi Valigia: fare la valigia componendo pratici “roll di vestiti”

La stagione delle vacanze, delle ferie, del “ciao ciao città” si avvicina. Mete esotiche, destinazioni al fresco, capitali tutte da visitare e luoghi incontaminati da scoprire, ad accomunare ogni viaggio c’è lei, compagna d’avventura inseparabile: la valigia. Nel mio caso la sushi valigia.

Preparando una valigia a settimana, che sia per una destinazione vicina o una molto lontana, ho dovuto escogitare qualche metodo furbo per far entrare tutto in un bagaglio piccolo, perfetto se si viaggia in treno, pratico se si vuole evitare la fila ai nastri imbarcandolo o soprattutto se si desidera scongiurare lo smarrimento di tutto il guardaroba da vacanza. Nel video qui sopra vi mostro come comporre una sushi valigia. Leggi il resto di questo articolo »

VIDEO: Cape Town, le spiagge, il surf e l’abbronzatura con Piz Buin Instant Glow

Svegliarsi quando fuori è ancora buio, camminare fino alla cima di una montagna e fare yoga fra le nuvole, correre in pianura per saltare nel vuoto e sperimentare per la prima volta l’emozione del parapendio, planare su un prato verde, mangiare frutta fresca e poi tuffarsi in acqua con i pinguini, ma solo dopo un po’ di surf fra le onde (e gli squali). La riassumo così nella mia mente l’esperienza a Cape Town con il team di Piz Buin, di cui potete scoprire di più nel video qui sopra.

A tenermi compagnia durante la mia vacanza di Sudafrica (esalvarmi dal pallore post inverno) è stato Piz Buin Instant Glow, uno spray leggermente colorato (che non contiene auto-abbronzante) con protezione solare, che in un solo gesto protegge la pelle e le dona già colore, come abbronzata da sole. Leggi il resto di questo articolo »

Di quel pranzo da Mantra Raw Vegan a Milano con il team di Grazia Shop

blogger_raw_vegan_mantra_milano

Qualche settimana fa Grazia Shop mi ha portata in giro per Milano alla scoperta di locali, ristoranti e luoghi che durante la Design Week Milanese sbocciano come fiori in primavera. Uno di questi è stato Mantra Raw Vegan, che a quanto pare è il primo ristorante raw vegan in Italia.

A dirigerlo è Alberto Minio Paluello (lo riconoscete dalla divisa “tropicale” e dall’estrema cortesia) che, dopo una laurea in lettere ed una vita da vegano che ad oggi dura da quattordici anni, si è diplomato Raw Vegan Chef alla Matthew Kenney Accademy di Santa Monica negli States ed ha deciso di portare in Italia la sua cucina ed i suoi piatti belli da vedere, buoni da gustare e sani da assimilare. Leggi il resto di questo articolo »

City Guide Roma: sushi in chiave brasiliana, rosette e specialità a Trastevere

guida_locali_ristoranti_roma_trendandthecity

Se avete seguito la prima rapida guida di Trend and The City ai ristoranti e locali di Roma, vi potrebbe interessare anche questo secondo articolo, in cui raccolgo alcuni dei posti più speciali scoperti negli ultimi sei mesi insieme ad amici, per lavoro, in solitaria, casualmente… insomma Roma offre sorprese senza fine, che si tratti di un ristorante a Trastevere in cui mangiare un piatto tipico, ma in chiave moderna o di un locale in cui fare una pausa pranzo veloce ma con stile. Ecco una seconda tranche di nomi e indirizzi da segnare in agenda. Li conoscete già? Ne avete altri da segnalarmi?

Ditta Trinchetti: Un ristorante, un wine bar, un’osteria, ma non quella classica che ti aspetti di trovare a Trastevere, perché se è vero che qui trovi la carbonara, la cacio e pepe, i maltagliati ai ceci e i piatti tipici della cultura gastronomica romana, è anche vero che sono spesso rivisitati in chiave moderna, con creatività e attenzione ai sapori che maggiormente esaltano i gusti che ti aspetti, in una versione inedita. Leggi il resto di questo articolo »

Leggi il nuovo numero