Accessori

Seletti wears Toilettepaper, la collezione per una casa stravagante e un po’ folle

seletti wears toilettepaper

Quando Toilettepaper, il magazine di Maurizio Cattelan e Seletti, brand di riferimento per tutto ciò che gravita attorno alla parola “casa”, si uniscono, nasce qualcosa di speciale. Il risultato è Seletti wears Toiletpaper, una collezione di piatti, ciotole, tazze, vassoi, teiere e ancora, ancora… il cui file rouge è la stravaganza e l’eccentricità quasi folle, se si pensa ai burger con rospo, alle dita mozzate e le graffiche a tratti grottesche.

Ma c’è anche tanto riferimento alla donna e al suo mondo, dal piegaciglia ai rossetti, alle unghie smaltate stampate su tazze, piatti, asciughini e teglie da infornare per poi servire agli ospiti ciò che avete cucinato, con stile. Le tazze per la colazione, che siano mug o ciotole, sono il mio pezzo preferito, in fondo la colazione è il pasto più fotogenico della giornata, no? Leggi il resto di questo articolo »

Tiffany T, la nuova linea di gioielli che vuole diventare un must, magari per Natale

tiffany_t_bracciale

Tiffany & Co. ci riprova, sì perché benché il brand di gioielli sinonimo di lusso e fascino eterno sia, appunto, intramontabile, è pur vero che dopo il boom di qualche anno fa, quando il regalo di Natale più quotato era il classico cuoricino con l’incisione “Return to Tiffany & Co. New York” e l’oggetto del desiderio delle ragazze era acquistare l’ultimo ciondolino proposto (il pacchettino azzurro Tiffany, il cagnolino, la scarpetta…), complici i prezzi relativamente abbordabili, il brand è stato un po’ dimenticato dal grande pubblico.

La risposta del brand arriva con Tiffany T, una linea di gioielli dove la forma grafica dell’iniziale del brand viene semplicifcata, destrutturata e reiventata per risultare sfacciatamente moderna. “La lettera T è scultorea, pulita e strettamente connessa all’architettura di New York” ha spiegato Francesca Amfitheatrof, design director di Tiffany & Co.; la collezione comprende aneli, bracciali, collane e orecchini in argento, oro o oro rosa. Leggi il resto di questo articolo »

I cappelli di Federica Moretti, quegli esempi rari di creatività italiana che spopolano

federica_moretti_cappelli_madeinitaly

Accanto a me in metropolitana due donne commentano una rivista, che avrei voluto capire quale fosse perché gli concedeva in effetti parecchi spunti di conversazione interessanti, a tema moda, of course. Le mie orecchie si sono tese quando una delle due chiede all’altra “La conosci Federica Moretti?” e l’amica risponde “Chi, quella che fa i cappelli?”.

Ecco sia chiaro che in un dialogo informale fra amiche si tende a sintetizzare, ma per essere chiari però: Federica Moretti con i suoi cappelli è uno di quei rari esempi italiani di fatto a mano e creatività che in tempo record, complice un estro creativo innato e un po’ di furbizia, è riuscita ad affermarsi in Italia e a spiccare il volo verso l’estero. Leggi il resto di questo articolo »

La Chanel Bagel Bag che ha trollato tutti e le altre deliziose borse di Chloe Wise

fake_chanel_bagel_bag_chloe_wise

L’ora di pranzo è da poco finita e qui già si parla di bagel, ma non di quelli da mangiare, bensì della Chanel Bagel Bag che ha fatto in pochi istanti il giro dei social network, incuriosendo tutti, persino Karl Lagerfeld, che non ricorda proprio di averla disegnata.

Infatti è così, la borsa che ha trollato il web intero non è in realtà una creazione della maison francese, bensì una delle opere dell’artista canadese Chloe Wise, che l’ha realizzata sulla scia di un progetto personale che vede sculture di croissaint e pane in varie forme trasformarsi in accessori di moda firmati Louis Vuitton e Prada. Leggi il resto di questo articolo »

TTTattoo, i tatuaggi temporanei per completare il look, ecco dove comprarli

temporary_tattoo_tatuaggi_temporanei_tttattoo

Ci sarà un giorno in cui tutti avranno almeno un tatuaggio, dicono, si chiama ricambio generazinale, si chiamano tempi moderni e si chiamano mode che di solito passano, ma quando sono fatte d’inchiostro restano. Sono 20.000.000 le persone tatuate nel mondo; chussà se la tendenza del tatuarsi cose, nomi, volti, simboli crescerà nel tempo o si arresterà, fatto sta che attualmente usare il corpo come una tela per esprimersi o migliorare il proprio stile è parecchio diffusa ed è per questo motivo che è nata la nuova generazione di temporary tattoo.

Dico nuova generazione perché se penso a quelli di sempre mi vengono in mente gli animaletti impressi sulla carta delle gomme, che chissà cosa contenevano quando ce li stampavamo sulle mani e sulle braccia, penso ai tatuaggi kitsch che scovavamo nelle edicole e che mamma e papà ci cancellavano perché eravamo pieni di pasticci. Ci provassero oggi a cancellare i tatuaggi che abbiamo. I temporari tattoo dei tempi moderni sono grafiche di illustratori talentuosi, sono perfette copie ed emulazini di tatuaggi reali e per questo piacciono a tutti, perché concedono il lusso di sperimentare in maniera non definitiva, di giocare con il proprio corpo per poi tornare seri e, perché no, di testare un tatuaggio prima di passare a quello vero.

In queste settimane ho provato quelli Tttattoo, brand di tatuaggi temporanei con base nella soleggiata Barcellona, il cui team composto da persone accomunate dalla passione per l’arte e il disegno grafico, realizza splendidi tatuaggi temporanei da utilizzare come accessori. Leggi il resto di questo articolo »

Leggi il nuovo numero