Focus Viaggi

Viaggio in Giappone: Cosa fare prima di partire? Japan Rail Pass, internet illimitato e altri indispensabili

Giappone-Japan-Rail-Pass-internet-illimitato

Come raccontavo nel mio primo articolo, visitare il Giappone è un desiderio che nutrivo da anni, una volta scelta la data del mio viaggio, acquistati i biglietti aerei e prenotati gli hotel, ho pensato alla parte più “organizzativa” del viaggio. Dopo avere scelto le città da visitare (leggete QUI l’articolo su quali città visitare assolutamente in Giappone oltre Tokyo) ho prenotato tutti quei servizi e accessori indispensabili per il viaggio.

Cosa fare prima di partire?

La cosa ideale secondo me è creare uno schema con giorni, città e hotel in cui alloggiare, associando ad ogni giorno le zone da visitare e cosa fare (in particolare le cose imperdibili, non sono per i programmi serrati), in questo modo non vi ritroverete a colazione a domandarvi “cosa facciamo oggi?” perdendo così tempo prezioso. Decidere prima di partire quali città visitare è indispensabile per essere ben organizzati, ma anche e soprattutto per poter acquistare il vostro Japan Rail Pass.

Che cos’è il Japan Rail Pass?

È un pass che permette ai turisti di viaggiare in Giappone utilizzando i treni dell’azienda Japan Railways (JR) senza pagare di volta in volta i biglietti ma ad un prezzo unico che si paga all’inizio, a prescindere dal numero di treni che prenderete. Decisamente conveniente. Pagate solo una volta quando acquistate il pass e potete prendere tutti i treni che volete, quando volete 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per tutte le destinazioni del Giappone. Il prezzo del Japan Rail Pass è di 239€ per 7 giorni (esiste anche da 14 e 21 giorni. Se restate in Giappone 2 settimane e volete visitare bene Tokyo, vi consiglio di prendere il JRP da 1 settimana e dedicare questa alla visita delle città fuori Tokyo). Perché conviene acquistare il JRP? Perché se avete, per esempio, intenzione di visitare Kyoto, il solo biglietto del treno Tokyo-Kyoto andata/ritorno è di circa 220€, mentre il JRP da 7 giorni costa 239€ per tutte le tratte a vostra scelta, per tutta la sua durata.

  • Dove comprare il Japan Rail Pass?

Una volta scelta la validità del JR Pass acquistato dall’Italia prima di partire, io l’ho acquistato su questo sito, affidabile e molto preciso (non ho alcuna percentuale sulle vendite, ve lo linko perché è quello che ho usato io e quindi che posso consigliare), che mi ha consegnato tutto (più avanti vi spiego cos’altro ho comprato/prenotato prima di partire) in 24 ore.

  • Come si usa il Japan Rail Pass?

Quella che ricevete a casa è una prevendita. Una volta arrivati in aeroporto cercate l’ufficio in cui scambiare il Japan Rail Pass che avete ricevuto, indicando da che giorno/a che giorno volete utilizzarlo. Non sarà più possibile cambiare le date (per questo è meglio organizzare l’itinerario del vostro viaggio prima di partire, così arrivati in aeroporto saprete che date comunicare per scambiare il vostro Japan Rail Pass). Una volta riscosso il vostro JRP vi verranno consegnati due pass rettangolari plastificati, che dovrete mostrare in stazione sugli ingressi laterali dei tornelli (non vanno timbrati o obliterati). Il JRP vi permette di prendere qualsiasi treno della linea JR (avete presenti i famosi bullet train, lo Shinkansen?) senza bisogno di prenotare, ma io ed il mio ragazzo abbiamo preferito prenotare dei posti a sedere per essere sicuri di trovare posto, non dover arrivare troppo tempo prima in stazione (davanti ai vagoni dei posti liberi abbiamo visto spesso fila) e per essere più organizzati.

viaggio-in-giappone-guida

Valigia Globe-Trotter (1,7759) – Porta passaporto Smythson (€450) – targhetta bagaglio Ban.do (€10)

Per prenotare i post sui treni potete andare in qualsiasi stazione della JR, per comunicare destinazioni, date e orari vi suggerisco un metodo “a prova di tonto” perfetto se non beccate un esponente del forse 20% di Giapponesi che parlano inglese. Prima di andare a prenotare i biglietti controllate su questo sito i treni disponibili, decidete giorno, ora e tratta A/R che volete fare e scrivete tutto su una nota del telefono (meglio nel formato anno-mese-giorno, che è quello utilizzato in Giappone). Fate copia e incolla su Google Traslate e traducete in giapponese (la traduzione non sarà eccellente ma comprensibile), arrivati in stazione mostrate lo schermo del telefono al dipendente allo sportello e in circa 3 minuti lo vedrete digitare rapidamente sulla tastiera, prenotare i biglietti e consegnarvi i ticket. Spesso con un sorriso di apprezzamento per aver scelto un metodo così semplice (i giapponesi adorano essere efficienti e rapidi).

Navigare su internet e telefonare mentre si è in vacanza in Giappone: noleggiare un Pocket Wifi

Per telefonare via Skype o WhatsApp a casa, per messaggiare, controllare le e-mail del lavoro anche se si è in vacanza, per postare su Instagram, Facebook e Snpapchat, ma soprattutto per usare Google Maps e cercare info sul momento, avere internet in viaggio è ormai per molti indispensabile. Per questo esiste la possibilità di affittare un Pocket Wifi, un piccolissimo e leggero modem da tenere in borsa o nello zaino e portare con sé durante il viaggio. Per noi è stato una manna dal cielo avere internet illimitato, lo abbiamo usato anche per vedere film e serie tv durante i viaggi in treno o ascoltare musica. Per 13 giorni di noleggio noi abbiamo pagato 70€.

Dove noleggiare il pocket wifi?

  • Su questo sito potete noleggiare anche il Pocket Wifi insieme al JR Pass. Il Pocket Wifi non viene però spedito a casa, va ritirato in aeroporto o in hotel a vostra scelta (Noi abbiamo scelto di ritirarlo in aeroporto per poterlo utilizzare e avere internet già appena arrivati in Giappone, è utile per controllare il tragitto verso l’hotel o qualsiasi altra informazione, oltre che per avvisare le famiglie dell’arrivo a destinazione). Qualche giorno prima della partenza dall’Italia ricevete tramite e-mail i dettagli sulla spedizione del vostro Pocket Wifi e anche una mappa dell’aeroporto con indicato l’ufficio in cui ritirarlo, nel caso abbiate scelto questa opzione di consegna). Come riconsegnare il Pocket Wifi? Dentro la busta che ritirare al vostro arrivo, ne trovare una seconda piegata e pre-compilata. Quando sarà arrivato il momento di rispedire il piccolo modem, mettetelo dentro la busta, chiudetela e imbucatela in una delle cassette della posta rosse sparse per la città (non sono moltissime, quindi se ne individuate una vicino al vostro hotel qualche giorno prima di rispedire il Pocket Wifi starete più sereni, noi l’ultimo giorno non riuscivamo a trovarne una fino a pochi minuti prima di prendere il pullman per l’aeroporto. Ps: anche in aeroporto pare ci siano delle buche postali, ma non volevamo arrivare a spedirlo proprio last minute).

Leggi anche: Due settimane in Giappone: cosa vedere e quali città visitare assolutamente oltre Tokyo? Kyoto, Nara e Osaka.

Avete acquistato il vostro JR Pass, il Pocket Wifi per avere internet illimitato in Giappone, cos’altro vi serve? A questo punto acquistate anche una tessera dei trasporti, vi sarà indispensabile durante il vostro viaggio per usare metropolitana e autobus in Giappone. Sì perché se oltre Tokyo avete in mente di visitare le città del Kansai, sappiate che le carte dei trasporti pubblici sono valide anche lì. Potete scegliere fra la carta Suica o Pasmo, io ho scelto la Suica (mi piaceva il pinguino stampato sopra!) ma sono identiche nell’utilizzo e nella validità.

suica-card-trasporti-giappone-tokyo

Della Suica posso dirvi che quando la acquistate al suo interno c’è già un credito di 2000 yen (di cui 500 yen sono di cauzione e quindi non utilizzabili). La cauzione e l’eventuale credito residuo, alla fine del vostro viaggio, potete riscuoterlo riconsegnando la carta in un ufficio JR East (stazione) solo a Tokyo. La metropolitana ed i mezzi sono abbastanza costosi a Tokyo, quindi usateli con moderazione, ma sono super efficienti e rapidi, quindi valgono ogni centesimo. Io ho preso la Suica sempre su questo sito e mi è arrivata a casa (insieme alle altre cose) prima di partire, in 24 ore, così ho potuto utilizzarla appena arrivata in Giappone (non dall’Aeroporto all’Hotel però, per quello ho preso un Limousine bus, il biglietto potete prenderlo anche in aeroporto stesso).

adattatore-universale-viaggio.recensione

Procuratevi un Adattatore universale da viaggio

Per mettere in carica telefoni, computer, macchine fotografiche ecc mi servirà un adattatore, io l’ho acquistato universale, quindi compatibile con praticamente tutti i paesi del mondo, per averne uno solo da portare in ogni viaggio. Ho acquistato questo su Amazon, ottimo prezzo e non mi ha dato problemi (l’unico è stato che non riusciva a caricare più di due dispositivi per volta, ma me lo aspettavo). Oltre al classico ingresso ne ha anche due USB, molto utili.

Educazione e abitudini sui mezzi di trasporto giapponesi:

Rispettate le file ordinate che sui formano davanti ai vagoni dei mezzi, fate scendere i passeggeri prima di salire sul mezzo (è buona norma farlo anche in Italia, ma in Giappone noterete che nessuno sgarra). Sulle scale mobili mantenete la sinistra se non siete di fretta (eccetto che a Osaka, dove funziona l’opposto). Sui mezzi (autobus, metropolitana, pullman) i giapponesi sono molto educati: non si parla a voce alta, non si ascolta musica a volume fastidioso, non si mangia e non si beve, non vedrete giapponesi con i classici bicchieri di Starbucks fra le mani come capita a Londra o moltissime altre città del mondo, i giapponesi non mangiano e non bevono neanche per strada ad eccezione dello street food, che consumano sempre in maniera educata e pressoché vicino ai posti dove hanno acquistato da mangiare. Perché? Per non sporcare la città e perché trovare una pattumiera in giro per Tokyo e le altre città del Giappone è un’impresa (infatti, considerato che da turisti è frequente ritrovarmi a mangiare street food, è utile avere sempre in borsa o nello zaino un sacchetto di plastica dove conservare i rifiuti in attesa di trovare dove gettarli).

Il mio viaggio è durato 15 giorni, ma se volete un programma di base, ecco un esempio di itinerario/programma per visitare il Giappone in 12 giorni giorni (viaggio compreso)

  1. Partenza dall’Italia +Viaggio
  2. Arrivo a Tokyo
  3. Tokyo
  4. Tokyo
  5. Tokyo
  6. Kyoto
  7. Kyoto
  8. Nara (treno a/r in giornata, alloggio a Kyoto)
  9. Osaka (treno a/r in giornata, alloggio a Kyoto)
  10. Giorno per città extra in base alla stagione/agli interessi (Himeji, Kamakura…) con rientro a Tokyo
  11. Partenza da Tokyo
  12. Viaggio + Rientro in Italia

commenti

Potrebbe interessarti

Nessun Commento

Lascia un Commento