Moda

Violeta by Mango, la collezione summer 2014 della lina curvy e la modella burrosa

violeta_mango_curvy_plus_size

Avete guardato questa foto e qualcosa nel vostro cervello vi ha suggerito di dare un secondo sguardo? Tutto normale, è proprio il caso di dirlo. Quello che la vostra mente ha recepito come un’anomalia è che la modella di questa foto non è una taglia 38, nemmeno una 40, ma è la modella scelta da Mango per il catalogo estate 2014 della linea Violeta, pensata per le donne curvy.

Va specificato (e già ne avevo discusso QUI con voi) che non si tratta di una collezione unicamente pensata per le donne con le curve, ma di una speciale serie di prodotti che partono da una S e arrivano fino alla XXL (una 52), questo perché i capi disegnati sono suggeriti anche per le donne più burrose o in carne.

Inizialmente non mi aveva convinta questa scelta, poi parlando con una ragazza qualche giorno fa ho riflettuto su come creare capi che si adattino a diverse fisicità, possa abbattere questo tragico vincolo della ghettizzazione che pesa sulle teste delle donne la cui unica colpa è quella di non entrare in una taglia S/M. Cosce morbide, ginocchia burrose e fianchi che fanno vere e proprie curve, ecco cosa il nostro occhio intercetta in queste foto e se vi state chiedendo perché la interpretat come un’anomalia, è perché ci hanno abituato a vedere solo una taglia indossata da tutte le modelle, mentre le donne sono tante e diverse e tutte, nessuna esclusa, fa shopping. La cosa che mi piace particolarmente è che di solito i brand estremizzano, o fanno posare modelle daglia zero o scelgono modelle XXL, in questo caso Mango ha selezionato una via di mezzo che si rivolge anche alle donne che non sanno bene dove colocarsi in questa caos di etichette e vorrebbero solo vedere donne che gli somigliano.

violeta mango summer curvy

violeta mango summer curvy

violeta mango summer curvy

Potrebbe interessarti

4 Commenti

  • Reply
    Camelia
    6 maggio 2014 at 18:58

    ma solo a me più che burrosa sembra “normale”? Questa ragazza avrà una 42, massimo una 44. Praticamente la taglia media delle donne, trovo triste che debba essere considerato un canone a parte dalle aziende di moda. Questi sono modelle realistiche, queste dovrebbero proporci sempre.

    • Sonia Grispo
      Reply
      Sonia Grispo
      7 maggio 2014 at 08:56

      Camelia io trovo sbagliato utilizzare l’aggettivo “normale” per descrivere una modella o identificare uno standard di donna, perché non c’è. I capi vanno dalla XS alla XXL quindi secondo me i look book dovrebbero sempre – senza speciali eccezioni – proporre donne di tutte le taglie. La modella sarà una 42/44 ma esistono anche altre taglie, non meno “normali”.

  • Reply
    Susanna
    5 maggio 2014 at 17:28

    Queste foto mi hanno confortata: qualcun altro oltre me a quelle ginocchia lì ^^ (le ginocchia sono la parte che odio di più di me stessa).
    E soprattutto mi aiutano a capire se quel vestito con la mia fisicità ha senso di essere oppure no, quindi sono un incentivo ad un eventuale shopping. Trovo la strategia azzeccatissima ;)

    • Sonia Grispo
      Reply
      Sonia Grispo
      6 maggio 2014 at 10:18

      Ciao Susanna, il senso di un look book dovrebbe essere quello di suggerire uno stile, un’ispirazione, un abbinamento e allora è giusto che tutto questo sia rivolto a diversi tipi di donne. Come hai detto tu che ne sei un esempio!

    Lascia un Commento

    Connect with Facebook